';
Preloader logo

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA REALIZZAZIONE DI UN HUB REGIONALE PER L’ECONOMIA CIRCOLARE

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA REALIZZAZIONE DI UN HUB REGIONALE PER L’ECONOMIA CIRCOLARE

 ACCORDO DI COLLABORAZIONE PER LA  REALIZZAZIONE DI UN HUB REGIONALE PER L’ECONOMIA CIRCOLARE


Deadline 02/12/2020

Regione Lombardia con DGR n. XI/3531/2020 s.m.i., in attuazione della LR 9/2020, ha approvato il “Programma degli interventi per la ripresa economica” declinando, anche a seguito di confronto con il territorio, una serie di iniziative considerate strategiche per fronteggiare le conseguenze negative sull’economia del territorio lombardo derivanti dall’emergenza sanitaria da COVID-19 e dare impulso alla ripresa.

Tra gli interventi approvati è prevista l’implementazione, in collaborazione con università pubbliche e centri di ricerca pubblici lombardi, nell’ambito delle proprie attività istituzionali di interesse comune, di un “System Integrator” regionale in grado di accelerare la transizione verso l’Economia Circolare.
Regione Lombardia con il presente avviso pubblico intende verificare interesse e disponibilità di università pubbliche e centri di ricerca pubblici lombardi a collaborare, ai sensi dell’art. 15 L. 241/1990, alla realizzazione di nuovi impianti e dimostratori di tecnologie innovative, soluzioni integrate di economia circolare e modelli di business che riducono i rischi dell’investimento privato e permettono di svolgere attività di ricerca con ampie ricadute sulla collettività. L’iniziativa, che pone le basi per la realizzazione di un hub regionale per l’economia circolare  composto/costituito da uno o più Integratori regionali (“System Integrators”) a supporto della transizione, si inserisce in un percorso internazionale avviato a settembre 2014 nell’ambito del Network interregionale Vanguard Initiative e in particolare nella Pilot Initiative ESM – Efficient and Sustainable Manufacturing coordinata dalle Regioni Catalunya e Lombardia.

AFIL ha preso parte in questo percorso come controparte tecnica di regione Lombardia a coordinamento del pilot ESM – Efficient and Sustainable Manufacturing e delle attività del demo-case De-e Remanufacturing a cui hanno preso parte gli stakeholder coinvolti nel gruppo di Lavoro del cluster dedicato all’Economia Circolare. Da queste attività sono anche emersi i principali input delineati nel documento di Roadmap per la Ricerca e l’Innovazione sull’Economia Circolare che costituisce il contesto di riferimento di questa manifestazione di interesse.

 

SOGGETTI INVITATI A
MANIFESTARE
INTRESSE
Sono invitati a manifestare interesse le università pubbliche e i centri di
ricerca pubblici presenti sul territorio di Regione Lombardia anche
congiuntamente.
COPERTURA FINANZIARIA
Ai sensi della DGR XI/3531/2020 e s.m.i. il finanziamento regionale stanziato per la presente iniziativa è pari a € 5.000.000,00, a valere sulle annualità 2021-2023 del capitolo 14.03.203.14467 “Interventi nel campo della ricerca
in accordo con le amministrazioni locali – fondo ripresa economica”Le risorse regionali sono destinate a investimenti in conto capitale connessi a obiettivi di modernizzazione/innovazione delle infrastrutture di ricerca e tecnologiche, potenziamento delle tecnologie abilitanti, rafforzamento metodi e competenze utili ad abilitare la transizione del territorio verso l’economia circolare, e riferibili, a titolo indicativo, alle voci di spesa c) e d) art. 3, comma 18 e 19, della l. 350, 24 dicembre 2003: c) l’acquisto di impianti, macchinari, attrezzature tecnico-scientifiche, mezzi di trasporto (escluse) e
altri beni mobili ad utilizzo pluriennale; d) gli oneri per beni immateriali ad utilizzo pluriennale (brevetti, marchi, concessioni di licenze.)
La fattispecie giuridica di riferimento, Accordi di collaborazione ex art. 15 L. 241/1990, presuppone un apporto paritetico dei soggetti pubblici coinvolti che collaborano nel perseguire all’interno dell’Accordo l’interesse comune di favorire la transizione del territorio verso l’economia circolare ed un maggiore accrescimento del sapere in questo settore.
FASI DELLA PROCEDURA
E TERMINI
La procedura prevede le seguenti fasi:

  1. Pubblicazione dell’Avviso pubblico rivolto a università pubbliche e centri di ricerca pubblici lombardi

Pubblicazione dell’Avviso pubblico sul BURL e sulla piattaforma Bandi online(www.bandi.regione.lombardia.it) per raccogliere le manifestazioni di interesse delle università pubbliche e dei centri di ricerca pubblici lombardi interessati e disponibili a collaborare con Regione Lombardia per favorire la transizione del territorio verso l’economia circolare. L’Avviso pubblico verrà promosso/diffuso anche attraverso la Piattaforma regionale Open Innovation.
Le manifestazioni di interesse devono descrivere obiettivi e azioni dell’intervento, la stima dei costi, il cronoprogramma e i risultati attesi e le ricadute sul territorio.

2. termini per la presentazione delle manifestazioni di interesse

Le manifestazioni di interesse potranno essere presentate attraverso Bandi online dalle ore 12.00 del 12 novembre 2020, giorno di pubblicazione dell’Avviso pubblico sul BURL – sino alle ore 14.00 del 02 dicembre 2020.

3.valutazione e selezione delle manifestazioni di interesse

Le manifestazioni di interesse pervenute saranno valutate e selezionate da Regione Lombardia sulla base della rispondenza all’obiettivo di interesse comune enunciato e di coerenza con le priorità, gli indirizzi e le strategie di Regione Lombardia in materia di ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico a favore della transizione verso un’economia circolare.

4. definizione dell’accordo di collaborazione 

I contenuti dell’Accordo di collaborazione e del piano di intervento comprensivo delle modalità di monitoraggio delle attività di interesse comune, di verifica e di utilizzo dei risultati della collaborazione saranno definiti di concerto tra Regione Lombardia e le università pubbliche e i centri di ricerca pubblici lombardi selezionati.

5. approvazione e sottoscrizione dell’accordo di collaborazione.

Lo schema di Accordo di collaborazione e il piano di intervento, una volta definiti, vengono approvati con Delibera di Giunta e successivamente sottoscritti digitalmente ex art. 24 D.Lgs, 82/05 da parte di tutti i soggetti coinvolti.

afiladmin